Perché scegliere il Collegio Arcivescovile San Paolo?

La sicurezza dei nostri ospiti viene prima di tutto

Nessun vincolo di orari.
Senza mai perdere di vista la nostra mission

Creiamo network di persone.
Lo spirito comunitario crea legami di amicizia e professionali duraturi.

Chi siamo

Il Collegio Universitario San Paolo inizia la sua attività il 7 gennaio 1966 per volontà del Cardinale Montini (poi Papa Paolo VI) realizzata dal successore Giovanni Colombo.

Il San Paolo è un COLLEGIO,
cioè luogo di vita comunitaria per 125 studenti provenienti da tutte le regioni italiane e iscritti alle diverse Università milanesi. Il primo requisito per essere ammessi è una vera disponibilità alla vita comunitaria (per comprenderne lo stile sono utili le esperienze di vita associativa in organizzazioni giovanili o di volontariato). Amicizia, condivisione, aiuto vicendevole e corresponsabilità caratterizzano lo stile relazionale del nostro collegio. Il San Paolo per i giovani universitari non vuole essere un impersonale dormitorio, ma una particolare esperienza di vita;

UNIVERSITARIO,
sono quindi necessarie una buona preparazione scolastica, una vivacità intellettuale e una spiccata curiosità culturale per affrontare gli impegnativi e gratificanti curricula formativi delle Università milanesi. Lo studio universitario è stimolante nella misura in cui è affrontato con dedizione e responsabilità. Il San Paolo vuole aiutare i giovani a scrivere le importanti premesse per il loro futuro professionale e non solo.
Inoltre, il nostro collegio è un’iniziativa della Chiesa di Milano per la formazione integrale dei giovani. Per questo non mancano proposte sia culturali che di riflessione spirituale. Celebrazioni liturgiche accompagnano i principali momenti dell’anno. La nostra è una proposta rivolta alla libertà del giovane che condivide o è disponibile al confronto con i valori che proponiamo.

 

L’AMMISSIONE

L’ammissione al Collegio, subordinata all’accettazione del Progetto Formativo e del Regolamento, avviene attraverso un colloquio con la direttrice. Tale appuntamento viene rinnovato anche durante l’anno in modo da verificare la situazione universitaria e di vita in Collegio degli ospiti. A fine anno la riammissione degli studenti è decisa sulla base dell’impegno nello studio, dell’attiva partecipazione alla vita comunitaria e del comportamento rispettoso delle norme di convivenza.

LA COMUNITÀ E LA SUA VITA

I ragazzi sono invitati ad occuparsi di particolari aspetti della vita quotidiana del collegio, offrendo la possibilità di scegliere un gruppo di riferimento di cui far parte, con il compito di organizzare gite, conferenze, tornei e quant’altro può sollecitare l’interesse della comunità su i più svariati argomenti.
Come si costruisce una comunità? Il modo più semplice è vivere insieme, creare una base di esperienze condivise, mettersi in gioco e confrontarsi, liberi ed aperti alle idee altrui. Comunità è anche parlare davanti ad un articolo di giornale, confrontarsi ed aiutarsi negli studi o semplicemente giocare insieme una partita di ping pong.
Gli spazi comuni che compongono il collegio e nei quali si svolge la vita quotidiana sono ampi e funzionali. Un salone dove avviene la maggior parte della vita “da collegio”, con TV, grandi tavoli per la lettura, i più importanti quotidiani e settimanali, un piccolo angolo per la preparazione di vivande al microonde, è qui che prendono luogo le assemblee o le conferenze; una cappella; la mensa dove la colazione e la cena vengono preparate al momento e servite da personale amichevole e disponibile; due ampie sale studio, luminose, con climatizzatori per fornire un ambiente adatto allo studio anche durante le caldi estati milanesi; una lavanderia con tutti gli optional, dall’asciugatrice al ferro da stiro; una sala-giochi con annessa palestra dove tenersi in forma e allenare il fisico dopo l’allenamento mentale di una giornata in università. Le stanze sono funzionali e spaziano per tipologia e allestimento.

 

La nostra mission

       Noi crediamo fortemente che il collegio sia un ambiente formativo e di crescita personale per i nostri giovani. Il centro del nostro progetto è la vita comunitaria: da noi si impara a vivere e a lavorare insieme, a mettersi in gioco in prima persona attraverso le molteplici attività che ogni anno portiamo avanti.

Conferenze, feste, tornei sportivi, pranzi e cene comunitarie, viaggi e momenti di preghiera vengono gestiti direttamente dai giovani del collegio che, grazie al loro impegno, garantiscono la riuscita di ogni iniziativa.

Lo studente stando in collegio acquisisce competenze spendibili in futuro, anche nel mondo del lavoro. La capacità di collaborare con altri, l’abilità nella gestione di situazioni complesse e soprattutto la capacità di assumersi delle precise responsabilità, sono solo alcuni degli esempi delle competenze trasversali che si acquisiscono da noi. Naturalmente portando avanti con soddisfazione il proprio percorso di studi, aiutati anche dal sostegno dei nuovi amici.

Ecco i principali obiettivi della nostra proposta:

confronto, dialogo, collaborazione, impegno, sviluppo di interessi e ampliamento degli orizzonti personali, conoscenza di sé e dell’altro, nuove amicizie, solidarietà e alla base di tutto reciproco rispetto.

Si tratta realmente di un’esperienza arricchente!

La direzione ed i tutor

Dylan Taylor

Pastor

Dylan Taylor

Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Dylan Taylor

Pastor

Dylan Taylor

There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour, or randomised words which don't look even slightly believable. If you are going to use a passage of Lorem Ipsum, you need to be sure there isn't anything embarrassing hidden in the middle of text.There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour, or randomised words which don't look even slightly believable.

Jeremy Thompson

Senior Pastor

Jeremy Thompson

Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Dove siamo

Il Collegio Arcivescovile San Paolo si trova a Brera, quartiere di Milano il cui nome deriva da via Brera, la strada che attraversa il centro città esterno a piazza della Scala, e dal palazzo della Pinacoteca, celebre per la sua prestigiosa collezione di opere d’arte antica e moderna.
I personaggi e i locali che fin dall’Ottocento hanno gravitato attorno all’Accademia di Belle Arti hanno fatto di Brera uno dei quartieri più caratteristici della città. Tramontata l’epoca degli artisti bohémien, oggi il quartiere è diventato molto raffinato.
Il Collegio è in via Statuto, a cento metri dalla stazione “Moscova” della linea verde (M2) della metropolitana, grazie alla quale è facile raggiungere il Politecnico (sia la sede di piazza Leonardo che quella di Bovisa), l’Università Cattolica e la Statale. Occorre circa mezz’ora per raggiungere l’Università Bocconi, la seconda Università Statale di Bicocca, lo IULM e l’Università Vita e Salute del San Raffaele.

Con solo tre fermate della stessa linea metropolitana si arriva alla stazione Centrale.

Richiedi informazioni

Se hai qualche dubbio non esitare a contattarci!

Contattaci per avere ulteriori informazioni utilizzando l’apposito form di contatto oppure

 

Via Statuto, 4 – 20121 MILANO

Centralino: 02.63.240.1

Segreteria: 02.63.240.702

Fax 02.29.00.59.61

e-mail:sanpaolo.direzione@vincenziana.it

sanpaolo.segreteria@vincenziana.it

Dicono di noi